Esercizi da fare per l’equilibrio sul surf

Con l’avvicinarsi dell’estate molti tornano ad affrontare le onde con il loro surf e sembra che volino. Imitarli è un sogno, ma imparare a stare in equilibrio sulla tavola di legno non è certo impossibile ed esistono degli esercizi mirati. Ci si può allenare sia sull’acqua che sulla terra ferma, fino a quando non si acquisirà quella sicurezza paragonabile a quando abbiamo imparato ad andare in bicicletta da bambini.

Esercizi per stare in equilibrio sul surf da fare sulla terra ferma

Ci sono degli attrezzi che sono stati pensati appositamente per allenarsi a stare in equilibrio sul surf, ma sulla terra ferma. Si tratta dell’indoboard composto da una tavola di legno larga quanto quella da surf, ma più corta, perché arriva a circa un metro di lunghezza. La stessa si abbina a un rullo o alternativamente a un cuscinetto, con i quali simulare gradualmente una situazione del tutto simile a quella di quando ci si trova sulle onde.

Gli aspetti più importanti da imparare per rimanere in equilibrio sono la concentrazione, la postura che deve adattarsi repentinamente alle varie posizioni e il coordinamento psicomotorio. In altre parole anche il cervello deve abituarsi a questo sport, ma quando lo avrà fatto lo percepirà come qualcosa di spontaneo e semplice.

Si può iniziare con l’uso del cuscinetto, in quanto comporta un’altezza ridotta da terra e permette di controllare i movimenti “di sponda”. Una volta messo sotto la tavola, basta salire, piegare le gambe e cominciare a muoversi come se si dovessero affrontare le onde, tra salite e discese.

È un ottimo esercizio per rinforzare e tonificare i muscoli delle gambe fino ai glutei, in quanto sono tenuti fortemente in tensione, proprio perché bisogna restare in equilibrio. Con il tempo questi tipi di sforzi diminuiranno a favore di una distribuzione più omogenea delle sollecitazioni e l’affaticamento sarà minore.

Per quanto riguarda il rullo, rappresenta il passo successivo negli esercizi da realizzare sulla terra ferma, che richiedono una preparazione avanzata rispetto a quella base richiesta dal cuscinetto. Bisogna salire sulla tavola mentre questa è adagiata sul rullo, imparando a bilanciare la parte posteriore con quella anteriore, per non cadere.

In questo caso la sensazione di trovarsi come sulle onde sarà ancora più forte e i movimenti da imparare saranno del tutto simili all’esperienza del surf. Non è necessario usare questi attrezzi per forza in palestra, ma si può anche imparare da autodidatti. Se, invece, vi sentite più sicuri con un personal trainer potete sempre rivolgervi a una struttura che prevede questo tipo di esercizi, per sentirvi più sicuri. Gli esercizi a corpo libero In uno sport come il surf quasi tutti i muscoli del corpo sono impegnati nel restare in piedi sulla tavola.

È importante quindi sia il rinforzo degli arti inferiori che il movimento di quelli superiori, nonché la modulazione della schiena, soprattutto in avanti. Tra gli esercizi più utili ci sono quelli fatti in sospensione.

Si tratta di usare anche in questo caso degli attrezzi, rappresentati da corde attaccate al soffitto, da “rematori” e dagli affondi. L’allenamento con le corte elastiche attaccate al soffitto riguarda soprattutto la forza che bisogna mettere nelle gambe. Con questo attrezzo si allena in modo intensivo la capacità di rimanere in equilibrio, che se anche sembra impossibile, prepara alle evoluzioni più sorprendenti in acqua. Si può affermare che rispetto allo sforzo di un corpo che cerca di rimanere in equilibrio sui tiranti in sospensione, è più facile farlo sulle onde.

Ci sono poi attrezzi come i rematori.

Una volta saliti si rimane sospesi da terra e si allenano bicipiti, tricipiti, spalle e schiena. Le maniglie da impugnare si trovano all’altezza del petto e il corpo va lasciato andare all’indietro. Per gli arti inferiori invece sono importanti gli affondi, anche utilizzando i tiranti e allenando le gambe a turno. Esercizi instabili Tutti gli esercizi in vista della prova sulla tavola del surf sono caratterizzati dall’instabilità, proprio come avviene in mare.

Gli allenamenti più classici, come le flessioni, gli squat, la palla, il russian twist devono essere eseguiti su supporti in movimento, esattamente come avviene con la tavola sul rullo o sul cuscinetto. C’è in particolare un allenamento da fare sulla fitball che aiuta ad imparare l’equilibrio, assumendo una posizione eretta, ma poggiandosi sulle ginocchia. Bisogna allenarsi da fare in coppia utilizzando i rimbalzi di un’altra palla con il proprio partner.

E’ uno degli esercizi più difficili, nei quali si trova una grande difficoltà a mantenere la stabilità, ma è estremamente utile allo scopo. Allenamento graduale Per chi è alle prime armi e sta imparando da zero ad andare sul surf, è importante essere seguiti da un preparatore atletico. Anche se la voglia di trovarsi da subito in mare è forte, è necessario rinforzare tutta la muscolatura, oltre che imparare a stare in equilibrio. Per questo nel progredire degli allenamenti bisogna allungare ogni settimana la loro durata, puntano soprattutto sugli esercizi aerobici.

Prima e dopo ogni esercizio è fondamentale lo stretching per il riscaldamento e il defaticamento, al fine di scaricare la tensione. Dopo qualche tempo i vostri allenamenti per l’equilibrio vi permetteranno finalmente di salire sulla tavola da surf. In questo caso inizierete un “vero” allenamento sfruttando dapprima onde basse, cercando di rimanere in equilibrio sulla tavola quanto più tempo possibile. Ci vorrà tempo, impegno e molta pazienza, ma alla fine sarà estremamente divertente.

More Like This


Categorie


Allenamento

Tag


Add a Comment

Your email address will not be published.Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Latest Posts


css.php